Franco Groppali
Il mio ictus, confine di due vite: come l'ho sconfitto e trasformato in "coccolone"
August 21, 2019 Comments.. 962
Il mio ictus confine di due vite come l ho sconfitto e trasformato in coccolone Un ictus improvviso e devastante colpisce lautore a soli anni il cupo confine fra la vita vissuta fino ad allora e la vita di disabile totale che inizia dopo quei brevi terribili secondi E un libr

  • Title: Il mio ictus, confine di due vite: come l'ho sconfitto e trasformato in "coccolone"
  • Author: Franco Groppali
  • ISBN:
  • Page: 391
  • Format: Formato Kindle
  • Un ictus improvviso e devastante colpisce lautore a soli 45 anni il cupo confine fra la vita vissuta fino ad allora e la vita di disabile totale che inizia dopo quei brevi, terribili secondi.E un libro autobiografico che descrive come si compiuta la rinascita da una profonda depressione causata dai terribili esiti dellictus al desiderio di continuare a vivere il pi intensamente possibile la vita Dai momenti in cui il pensiero dominante il suicidio a quelli di una abulia e inerzia passiva anchessi estremamente negativi, dal litigio con Dio al ritorno della della vita, del mondo, degli altri, di Dio Lictus, con il suo nome pungente che ricorda i suoi tremendi effetti, il nemico da sconfiggere, soprattutto nelle sue pi gravi conseguenze, quelle morali e psicologiche E lautore, anche se in un tempo non certo breve, ci riesce e ritorna di nuovo ad amare la vita, impara a convivere con lictus, gli cambia nome, lo trasforma in coccolone.

    • [PDF] ↠ Unlimited ✓ Il mio ictus, confine di due vite: come l'ho sconfitto e trasformato in "coccolone" : by Franco Groppali º
      391 Franco Groppali
    • thumbnail Title: [PDF] ↠ Unlimited ✓ Il mio ictus, confine di due vite: come l'ho sconfitto e trasformato in "coccolone" : by Franco Groppali º
      Posted by:Franco Groppali
      Published :2019-08-21T07:58:03+00:00

    1 Blog on “Il mio ictus, confine di due vite: come l'ho sconfitto e trasformato in "coccolone"

    1. Alis says:

      Una testimonianza toccante di una vita che in men che non si dica cambia tuttotutto si può perdere, tutto può rinascere grazie alla forza che può crescere anche dentro a un uomo normale, semplice, uguale a tanti altri e grazie anche alla fortuna di avere vicino persone speciali. Una malattia vissuta e rivissuta per gli altri per comprendere che ci può essere anche "un dopo" e può essere felice. E bellissimo sentire parlare chi ha combattuto una terribile guerra ed ha imparato a convivere co [...]

    2. Carla P. says:

      L'anno scorso sono stata colpita da un ictus emorragico, devo dire di aver condiviso molti dei sentimenti e delle sensazioni provate dall'autore nei primi momenti.Il modo con cui l'autore ha affrontato e affronta il male riesce ad essere d'ispirazione e incoraggiamento per chi si trova a dover affrontare situazioni simili.

    3. nonnadititti says:

      È un libro scritto da un ictato che dà speranza a chi è colpito da questo male. Ben scritto. È utile perché è "vero".

    4. NicolaFocci says:

      Libro scritto con il cuore, con grande trasparenza e direi anche umiltà.Consigliato (anche) agli ipocondriaci come me!, per dimostrare che cadere è un modo per convincere a risollevarsi.Grammaticalmente curato a parte un paio di ripetizioni.

    5. Sabrina says:

      Interessante leggere l'esperienza di un ictato ,il suo stato d'animo ,la sua forza e la sua voglia di vivere. bravo Franco!

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *